Uffa…sto arrossendo!

Succede all’improvviso, nelle conversazioni di lavoro, dopo un complimento o quando l’attenzione ricade improvvisamente su di noi. Ma perché l’imbarazzo ci tinge le guance di rosso? Come mai arrossiamo proprio quando vorremmo passare inosservati? Perché non riusciamo a controllare questa reazione (come si forza una risata, o un broncio)?

Fisiologicamente, arrossiamo quando l’adrenalina fa allargare i capillari che trasportano il sangue alla pelle. Alcuni scienziati riconducono questa reazione a un meccanismo di “attacco o fuga”: in circostanze in cui vorremmo scappare o metterci sulla difensiva, finiamo per “indossare” il nostro imbarazzo direttamente sul volto. Ma questo non basta a spiegare un meccanismo tanto diffuso, quanto poco conosciuto.
Per Ray Crozier, psicologo esperto di timidezza, arrossire è un modo per veicolare un messaggio, più o meno consciamente: è quella situazione in cui ci troviamo, per esempio, quando un amico insiste nel voler raccontare ad altri come la pensiamo su un tema, nel momento meno opportuno per farlo. Ma si arrossisce anche per rabbia, dolore o mortificazione; o quando siamo interessati a o disgustati da una persona, ma vorremmo nasconderlo.

Se il rossore è un compagno costante, e arriva nelle situazioni sociali meno opportune, può diventare motivo di disagio (l’eritrofobia è la paura morbosa di arrossire) o creare spiacevoli circoli viziosi: spesso chi arrossisce in modo vistoso sviluppa il timore di arrossire in determinate situazioni, e finisce per cascarci ancora più spesso.

Essendo una risposta automatica del nostro organismo non esiste una vera e propria ricetta per evitare di arrossire, ma si può affrontarlo con la psicoterapia e con alcuni accorgimenti. possono mettere in atto alcuni accorgimenti: Si può, ad esempio, respirare profondamente, tenere il nostro corpo “al fresco”, avere consapevolezza delle situazioni nelle quali arrossiamo per cercare di evitarle, oppure addirittura richiamare l’attenzione degli altri sul nostro arrossire, cosa che paradossalmente può aiutarci. Un’altra cosa che può aiutarci infine è tenere a mente che molte persone trovano affascinante chi arrossisce, e forse sapere questo può farci vivere più serenamente questo tipo di eventi.

FONTE: www.focus.it/comportamento/psicologia/rossore-imbarazzo-e-timidezza-ecco-perche-arrossiamo